Chiamaci : 392 1819449 Email: info@veryitalianstyle.it

CULATELLO DI ZIBELLO FOOD -> Cold cuts

Questa vetrina è disponibile in
    Luogo: ZIBELLO - PARMA
    DESCRIZIONE:

    Salume tipico della provincia di Parma, il culatello è stato definito il “Re dei salumi”. Sicuramente è tra i più noti e celebrati al mondo e apprezzato da personalità quali il Principe Carlo d’Inghilterra, il Papa, il Presidente della Repubblica. La produzione si limita ogni anno a poco più di 60.000 Culatelli di Zibello DOP . Preservare l’arte e la tradizione che ha reso questo prodotto così pregiato e unico è uno degli obiettivi del Consorzio, che è stato creato appunto per preservarne la qualità e tipicità. Per questo è stato stabilito che la lavorazione può avvenire solo in una determinata e circoscritta zona, la Bassa Parmense appunto. La parte di carne ricavata dalla coscia dei suini adulti, allevati secondo metodi tradizionali, viene decotennata, sgrassata, disossata, e rifilata a mano, così da conferirle la caratteristica forma “a pera”. Dopo una decina di giorni seguiranno la salatura, l’insaccamento del salume nella vescica del suino e la legatura con lo spago che, dopo la stagionatura, dovrà risultare a maglie larghe ed irregolari. La stagionatura avviene in cantina nelle zone rivierasche del Po e della Bassa Parmenese, in cantina accompagna il Culatello dalle nebbie invernali all’afa estiva, per arrivare sulle nostre tavole l’inverno successivo nel pieno delle sue più originali qualità di sapore. Nella miscela di salagione sono presenti: sale, pepe intero e/o a pezzi ed aglio, possono inoltre essere impiegati vino bianco secco, nitrato di sodio e/o potassio nel rispetto dei rigorosi termini di legge. Per gustare il culatello al meglio, è necessario seguire una lavorazione precisa e un po’ lunga: il culatello va liberato dalle corde, lavato con acqua e privato della vescica; va poi bagnato per 24-48 ore (a seconda della pezzatura) con vino preferibilmente bianco secco. Una volta ammorbidito, deve essere tagliato a fette sottili.

    VISITA IL SITO WEB CHIAMA L'INSERZIONISTA
    Indirizzo completo:Piazza Garibaldi 34, 43010 Zibello - ITALIA Chiama:+39 0524 99131 Website: http://consorziodituteladelculatellodizibello.com/index.html
    Sebbene la fama del culatello abbia ormai raggiunto tutto il mondo, la sua storia e la sua arte nel produrlo risale a molti secoli fa. Si narra che già nel 1332, al banchetto di nozze di Andrea dei Conti Rossi e Giovanna dei Conti Sanvitale, si facessero apprezzare alcuni Culatelli, recati in dono agli sposi; e che, più avanti, i Pallavicino avessero offerto omaggi di Culatello a Galeazzo Maria Sforza, duca di Milano. È del 1735 la prima citazione esplicita e ufficiale del Culatello, all’interno di un documento del Comune di Parma. Le prime citazioni letterarie risalgono invece all‘800, ad opera del poeta dialettale parmigiano Giuseppe Callegari e poi dello scultore Renato Brozzi, che scambiava opinioni sul Culatello con il famoso poeta Gabriele D’annunzio. Il Culatello affonda le sue radici nella memoria storica della cultura contadina, che ancora oggi resiste nei casolari della Bassa: è infatti la tradizione a mantenere viva la qualità di questo prodotto, il cui legame con il territorio è tutto. Sino ai primi decenni del secolo scorso il gusto del culatello era apprezzato per lo più localmente e solo pochissime famiglie potevano concedersi il suo sapore pregiato. Il fatto che sia rimasto “custodito e protetto” e lontano dal grande pubblico per così tanto tempo ha non solo preservato e garantito la tipicità del prodotto ma ha anche creato una leggenda attorno a sé, circondandolo di un po’ di quella nebbia che non ha mai abbandonato la gente di questi luoghi e che tanto partecipa alla creazione di un prodotto così unico. Madre del culatello è proprio la terra lungo il grande Fiume Po, una terra il cui clima è un fattore determinante per la maturazione e la stagionatura del Culatello. Busseto, Polesine Parmense, Zibello, Roccabianca, Soragna, San Secondo, Sissa e Colorno si trovano tutti nella Bassa, che con i suoi inverni freddi, lunghi e nebbiosi e le sue estati torride ed assolate crea la perfetta alternanza di periodi secchi ed umidi, consentendo la lenta maturazione dei salumi sviluppando lentamente gli inconfondibili profumi. Parlando di Culatello di Zibello è lecito appunto parlare di arte, arte che è stata tramandata da generazioni, che racchiude in sé la storia di una terra, le tradizioni della sua gente e le caratteristiche del clima particolare della Bassa.
    Piazza Giuseppe Garibaldi, 34, 43010 Zibello PR, Italia

    METTITI IN CONTATTO CON L'INSERZIONISTA

    Dimostra di essere umano. Inserisci il risultato di8 + 6

    All copyrights reserved @ 2014 - 2017 - Guardaffari srl P.Iva 02593220359

    I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi cliccando in qualunque punto della pagina o continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi