Chiamaci : 392 1819449 Email: info@veryitalianstyle.it

DOCG Torgiano Rosso Riserva

Questa vetrina è disponibile in
    Luogo: TORGIANO - PERUGIA
    DESCRIZIONE:

    La zona di produzione è l’intero territorio del comune di Torgiano, con esclusione dei terreni alluvionali lungo il corso dei fiumi Tevere e Chiascio, nonché dei terreni a fondovalle e lungo i fossi che scendono sul lato Nord della collina di Brufa.Questo territorio, il primo a ricevere la DOC in Umbria nel 1968, è stato anche il primo ad ottenere la DOCG nel 1990. I suoi vini hanno sempre goduto di un’immagine eccellente, anche al di fuori del nostro paese, e sono dovunque degni ambasciatori dell’Umbria enologica.
    Il Torgiano Rosso Riserva è un vino ricco e complesso, adatto ad un lungo invecchiamento. Uve Sangiovese dal 50 al 70%, Canaiolo dal 15 al 30%, Trebbiano fino al 10%; possono concorrere altri vitigni rossi (Ciliegiolo, Montepulciano) fino ad un massimo del 15%. Deve avere un invecchiamento minimo di tre anni, a partire dal 1° novembre dell’anno di raccolta delle uve.
    I vini a denominazione di origine controllata e garantita Torgiano Rosso Riserva debbono essere immessi al consumo in bottiglie di vetro tipo “bordolese” o “borgognotta” o simile e di forma atta a salvaguardare l’immagine dei vini, e chiuse esclusivamente con tappo raso bocca.
    Caratteristiche organoletticheColore: rosso rubino brillante.Odore: vinoso, delicato, che diventa complesso con l’invecchiamento.Sapore: asciutto, armonico, di giusto corpo.
    Titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12,50% vol.Acidità totale minima: 4,0 g/l.Estratto non riduttore minimo: 21,0 g/l.
    Abbinamenti e temperatura di servizioIl Torgiano Rosso Riserva è considerato vino da tutto pasto, comunque ideale con pastasciutte, pollame nobile, arrosti di carni bianche e rosse, formaggi stagionati a pasta dura, selvaggina e cacciagione. Temperatura di degustazione: 18°-20°C.

    VISITA IL SITO WEB CHIAMA L'INSERZIONISTA
    Indirizzo completo:Viale Giorgio Lungarotti, 16 - 06089 - Torgiano (PG) Chiama:+39 075 9886634 Website: http://www.consorziotutelavinitorgiano.it/
    Torgiano Torgiano. Un fazzoletto di Umbria ricco di storia e misticismo, fatto di tradizioni popolari, arte e gente. Che si arrivi a Torgiano dalla valle del Tevere o da quella del Chiascio, ad un certo punto si apre davanti un mare di vigneti. La viticoltura trova spazi unici, il paesaggio ne prende la forma. In lontananza, Perugia da un lato ed Assisi dall’altro offrono un profilo di campanili e la misticità della forma. La vite ha cambiato Torgiano, gli ha dato carattere, economia e futuro e tutto nacque, a metà degli anni Sessanta, dall’idea di un uomo ostinato ed innovatore: Giorgio Lungarotti. Quando all’inizio degli anni Sessanta Lungarotti diede avvio al suo sogno certo di trasformarlo in concreta realizzazione, era convinto che il futuro per il vino italiano ed umbro in particolare doveva legarsi alla qualità. Migliorò e potenziò i suoi vigneti, selezionò i migliori vitigni autoctoni, arricchì gli uvaggi di quelle varietà che più avrebbero caratterizzato l’enologia mondiale, su tutti Cabernet Sauvignon e Chardonnay. Torgiano divenne territorio leader di tutta la regione che con la produzione di vini di qualità desiderava farsi strada nel mondo. Sia nella fertile pianura che in collina, le viti sfruttano le potenzialità di un ambiente dove le caratteristiche del clima e del suolo ed esaltate dall’azione dell’uomo, si fondono nel concetto del “terroir”. La posizione permette durante l’estate quelle forti escursioni termiche fra il giorno e la notte che favoriscono la creazione degli aromi primari dell’uva. Il terreno è generalmente di medio impasto con sottosuolo tufaceo, attentamente drenato e terrazzato in collina dove l’esposizione dei vigneti a sud-ovest permette alla luce solare di raggiungere le foglie ed i grappoli dal mattino fino al tramonto. Da questi vigneti sono raccolte uve straordinarie, che oggi più che mai diventano protagoniste della qualità indiscussa e riconosciuta dei vini DOC e della DOCG Torgiano Rosso Riserva. Ed è qui che si rafforza il ruolo del Consorzio di Tutela dei Vini di Torgiano, che all’attività di controllo unisce una presenza costante che ne fa un elemento certo intorno al quale si sviluppano la collaborazione tra i produttori, la ricerca sia agronomiche che enologica, le politiche inerenti la qualità dell’accoglienza turistica che hanno fatto individuare nel Comune di Torgiano il ruolo di capofila della Strada dei Vini del Cantico. Intorno al vino di qualità è stato costruito un mirabile sistema turistico forte di due realizzazione culturali di eccellenza che hanno portato Torgiano e l’Umbria in tutto il mondo, il Museo del Vino ed il Museo dell’Olivo e dell’Olio. Il Museo del Vino, percorso esaltante voluto dalla famiglia Lungarotti e gestito dalla Fondazione omonima, è stato inaugurato nel 1974. Raccolta privata di assoluto livello mondiale, il Museo è collocato a Torgiano nel seicentesco Palazzo Graziani-Baglioni e con 3.000 manufatti percorre 5.000 anni di storia raccontando la civiltà della vite e del vino. Ospita nei suoi venti ambienti raccolte archeologiche, storiche, tecniche, artistiche ed etnografiche, nonché di editoria e grafica antiquaria, ceramiche moderne ed ex-libris, ordinate secondo criteri museografici che ne fanno uno tra i più importanti Musei del Vino oggi esistenti.
    Viale Giorgio Lungarotti, 06089 Torgiano PG, Italia

    METTITI IN CONTATTO CON L'INSERZIONISTA

    Dimostra di essere umano. Inserisci il risultato di9 + 3

    All copyrights reserved @ 2014 - 2017 - Guardaffari srl P.Iva 02593220359

    I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi cliccando in qualunque punto della pagina o continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi