Chiamaci : 392 1819449 Email: info@veryitalianstyle.it

FRANCIACORTA TIPOLOGIE

Questa vetrina è disponibile in
    Luogo: BRESCIA - LOMBARDIA
    DESCRIZIONE:

    IL FRANCIACORTA – Le tipologieUvaggio: uve Chardonnay e/o Pinot nero, è permesso l’uso del Pinot bianco fino a un massimo del 50%.Caratteristiche: rifermentazione in bottiglia per minimo 18 mesi di affinamento sui lieviti; elaborazione e maturazione durano almeno 25 mesi dalla vendemmia. Pressione in bottiglia tra le 5 e le 6 atmosfere.Note degustative: giallo paglierino con riflessi dorati, perlage fine e persistente, bouquet caratteristico della fermentazione in bottiglia, sentori di crosta di pane e di lievito, arricchiti da delicate note di agrumi e di frutta secca (mandorla, nocciola, fichi secchi). Sapido, fresco, fine e armonico.Dosaggi: Pas Dosé, Extra Brut, Brut, Extra Dry, Sec o Dry, Demisec.Franciacorta SatènUvaggio: Chardonnay (prevalenti) e Pinot bianco fino ad un massimo del 50%.Caratteristiche: la morbidezza gustativa è data da un’accurata selezione dei vini base e dalla minore pressione in bottiglia, sotto le 5 atmosfere. Si produce esclusivamente nella tipologia Brut.Note degustative: perlage finissimo e persistente, quasi cremoso. Colore giallo paglierino, anche intenso con colori verdolini, sfumato ma deciso profumo di frutta matura, accompagnato da delicate note di fiori bianchi e di frutta secca anche tostata (mandorla e nocciola). Una piacevole sapidità e freschezza si armonizzano con un’innata morbidezza che ricorda le sensazioni delicate della seta.Dosaggi: BrutFranciacorta RoséUvaggio: uve Chardonnay, Pinot bianco (massimo 50%), Pinot nero (minimo 25%).Caratteristiche: le uve Pinot nero fermentano a contatto con la buccia per il tempo necessario a conferire al vino la tonalità desiderata. E’ prodotto con vino base Pinot nero vinificato in rosato in purezza (100%) oppure nascere dal suo assemblaggio con vini base Chardonnay e/o Pinot bianco.Note degustative: la presenza del Pinot nero conferisce a questo Franciacorta un corpo e un vigore particolare oltre che i sentori tipici del vitigno.Dosaggi: Pas Dosé, Extra Brut, Brut, Extra Dry, Sec o Dry, Demisec.Franciacorta, Franciacorta Satèn e Franciacorta Rosè possono acquisire maggior personalità, complessità e raffinatezza, con periodi più lunghi di maturazione e affinamento. È il caso del Franciacorta Millesimato e del Franciacorta Riserva.Franciacorta MillesimatoCaratteristiche: La parola “millesimo” indica che tutto il vino è proveniente da un’unica annata. Il Millesimato si produce quando l’annata è particolarmente qualitativa e lo si valorizza con degli affinamenti più lunghi di quelli che subiscono le cuvée (i Franciacorta non millesimati). Devono passare almeno 37 mesi dalla vendemmia perché venga messo in commercio.Note degustative: i Franciacorta millesimati hanno una personalità sensoriale e gustativa che rispecchia in maniera evidente le caratteristiche climatiche dell’annata e le espressioni qualitative delle uve di quella specifica vendemmia.Dosaggi: Pas Dosé, Extra Brut, Brut, Extra Dry,ad eccezione dei Satèn Riserva, declinati solo nella tipologia Brut.Franciacorta RiservaCaratteristiche: I Franciacorta Riserva sono dei Millesimati dalla particolare eccellenza qualitativa che per esprimere al massimo le loro doti olfattive e gustative devono rimanere in sosta sui lieviti per molti anni. Il Disciplinare ne impone almeno 5, quindi il

    VISITA IL SITO WEB CHIAMA L'INSERZIONISTA
    Indirizzo completo:Via G. Verdi 53 – 25030 Erbusco (Bs) Chiama:+39 030 7760477 Website: http://www.franciacorta.net
    Il vino Franciacorta ha il sapore della storia, anche se a noi giunge più nitido il suo passato recente. Era il 1961 quando 11 produttori dell’attuale Franciacorta, che coltivavano 29 ettari di vigneto, diedero inizio alla produzione di 2 mila ettolitri di Pinot di Franciacorta, muovendo così i primi passi verso il successo che il metodo Franciacorta ha raccolto negli anni successivi. Ma se la storia moderna del Franciacorta risale alla seconda metà del XX secolo, è da ben prima, dal XVI secolo, che nella zona dell’attuale Franciacorta si producevano vini rinomati in quantità superiore alle esigenze della popolazione. Questo fa supporre che già all’epoca sussistessero finalità commerciali, infatti, uno studio effettuato sul Catasto Napoleonico del 1809 certifica l’esistenza di quasi 1000 ettari vitati ben superiori alle necessità dei circa 40.000 abitanti dell’epoca. Ma torniamo alla storia più vicina a noi e al primo riconoscimento ufficiale che giunse nel 1967, quando con un Decreto del Presidente della Repubblica la Franciacorta è riconosciuta zona a Denominazione di Origine Controllata (DOC). Dovrà passare poco più di un ventennio perché i 29 produttori decidano di associarsi e di dare vita, il 5 marzo del 1990, al Consorzio volontario per la tutela dei vini Franciacorta. Il Franciacorta è stato il primo vino italiano, prodotto esclusivamente con il metodo della rifermentazione in bottiglia a ottenere nel 1995 la Denominazione di Origine Controllata e Garantita e inoltre nello stesso anno il riconoscimento del metodo di produzione Franciacorta, superando l’espressione “vino spumante”. Oggi sulle etichette si legge la denominazione Franciacorta, unico termine che definisce il territorio, il metodo di produzione e il vino.
    Via Giuseppe Verdi, 53, 25030 Erbusco BS, Italia

    METTITI IN CONTATTO CON L'INSERZIONISTA

    Dimostra di essere umano. Inserisci il risultato di7 + 4

    All copyrights reserved @ 2014 - 2017 - Guardaffari srl P.Iva 02593220359

    I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi cliccando in qualunque punto della pagina o continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi