Abbiamo già visto come il 2018 sarà l’anno del Cibo Italiano e per celebrare una delle eccellenze italiane, il prossimo 4 agosto verrà celebrata la notte bianca del Cibo Italiano con manifestazioni nelle piazze, attività pubbliche e private che “possano dimostrare che il cibo italiano è un’esperienza di tradizione, di continuità e di sviluppo”. Questo evento sarà dedicato a Pellegrino Artusi storico scrittore, gastronomo e critico letterario italiano nato a Forlimpopoli proprio il 4 agosto del 1920.

L’iniziativa è stata annunciata da Dario Franceschini (ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo) e da Maurizio Martina (ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali) proprio in occasione della presentazione di “2018 anno del Cibo Italiano”, che, come abbiamo scritto precedentemente, sarà un evento di portata nazionale dedicato al cuoco, gastronomo e ristoratore Gualtiero Marchesi, scomparso il 26 dicembre del 2017 e considerato all’unanimità il fondatore della “nuova cucina italiana” nonché, a parere di molti, lo chef italiano più famoso al mondo.

Immaginiamo una grande notte, ovunque nel Paese, attraverso la quale raccontare la potenza dei nostri territori dal punto di vista enogastronomico, piatti, ingredienti, menù, esperienze di cultura alimentare che fanno l’Italia con ore notturne dedicate alla conoscenza di un patrimonio inestimabile come quello italiano”. Con queste parole, il ministro Martina ha presentato l’evento affermando, in conclusione, che “un popolo lo si conosce davvero solo se si frequentano le sue cucine”.

Dello stesso avviso il ministro Franceschini: “Investire in cibo ed in vino non è soltanto una parte del mio lavoro legato al turismo ma è una parte legata alla cultura perché tutti i prodotti agroalimentari ed i piatti tipici sono un pezzo della nostra cultura e di quei luoghi dei quali le comunità locali sono orgogliose, perché ognuno di quei piatti è frutto di secoli di saperi e tradizioni”. A questo proposito sui social verrà lanciata la campagna #ilmiopiattopreferito dove gli italiani, così come riportato dall’hashtag, potranno votare il proprio piatto tipico preferito seguendo l’esempio del ministro Franceschini che, da buon Ferrarese, ha già fatto sapere che voterà con l’hashtag #suamaestàlasalamadasugo.

A questo punto non resta quindi che attendere il 4 agosto quando in tutte le piazze d’Italia verrà celebrato il cibo italiano ma nel frattempo ci sarà tempo per celebrare ogni giorno tutti quei prodotti Made in Italy che hanno reso la nostra cultura enogastronomica la migliore al mondo.